Ddl Zan, alla manifestazione di Milano anche una delegazione di Cassino

IL FATTO – Francesco Torrice dell’associazione Su di Tono: “È stata una manifestazione molto significativa, è ora che l’Italia si doti di una legge che ci renda un Paese al passo con i tempi e con l’Europa”

Anche una rappresentanza di Cassino era presente alla manifestazione a favore dell’approvazione del Ddl Zan svoltasi ieri pomeriggio a Milano. L’urban research e presidente dell’associazione culturale “Su di Tono”.

Francesco Torrice ha preso parte all’evento che si è svolto tra le vie del capoluogo meneghino per ribadire che “Il tempo è scaduto”, come evidenzia il motto della giornata. Come noto il provvedimento che annovera come primo firmatario il deputato PD Alessandro Zan prevede pene più severe contro l’odio omotransfobico, la misoginia e l’abilismo.

L’Arco della Pace è stato teatro del tutto proprio per permettere un distanziamento adeguato dopo le polemiche sugli assembramenti interisti della settimana scorsa. “È stata una manifestazione molto significativa – ha sottolineato il cassinate Torrice – è ora che l’Italia si doti di una legge che ci renda un Paese al passo con i tempi e con l’Europa. È intollerabile che il provvedimento rimanga sequestrato in commissione. La partecipazione a quest’evento vuole contribuire alla sensibilizzazione sulla questione che ormai deve vedere una sua disciplina chiara. Negli anni sono stati tanti le situazioni di discriminazione basate sull’odio del diverso. Il tempo è scaduto, bisogna intervenire”.

Tanti i nomi illustri che hanno appoggiato l’evento: dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, lo stesso Zan, Anpi, Aned, Amnesty International, Famiglie Arcobaleno, Camera del Lavoro, oltre a tanti artisti tutti uniti sotto la bandiera dello sbloccare lo stallo in cui versa il ddl.