Il tampone rapido arriva sugli scaffali del supermercato

L’ANNUNCIO – Dalla prima settimana di maggio il test fai da te sarà disponibile in vari esercizi commerciali. Ecco quanto costa e come si fa

Dalla prima settimana di maggio il tampone fai da te sarà disponibile nei supermercati e potrà essere acquistato al costo di 6-8 euro. A distribuirlo potranno essere anche altre attività commerciali. Una possibilità che consentirà di alleggerire l’afflusso di persone che giornalmente in farmacia per effettuare il tampone rapido.

Il brevetto del prodotto è di Xiamen Boson Biotech (una società cinese) e a distribuirlo in Europa è il gruppo austriaco Technomed, che ha ottenuto la certificazione CE e ha già avviato la commercializzazione in vari mercati europei. Nei giorni scorsi il prodotto è stato inserito nell’elenco dei dispositivi medici del ministero della Salute.

“Un fattore ulteriore, insomma – rende noto stamane il Corriere della Sera – per assicurarsi di poter uscire, andare a scuola o frequentare familiari o amici, basandosi su un test rapido che finora era possibile effettuare solo in farmacia o dopo avere acquistato uno dei kit fai da te che si trovano in vendita online. Il fatto di poterlo vendere nello scaffale di un negozio, in autogrill o al banco di un bar potrebbe agevolarne la diffusione”.

Il test per l’autodiagnosi a casa si effettua tramite un tampone nella regione nasale e dopo circa 15 minuti rileva le eventuali mutazioni del virus attualmente note. Il kit antigenico rapido da scaffale non ha l’affidabilità di un test molecolare, ma è uno strumento ulteriore di diagnosi per lo screening di massa che permette con attendibilità di individuare le persone positive al Covid, anche in assenza di sintomi.