Dipendenti spostati in altri uffici. Salera mette a freno i malumori

CASSINO – In una lettera al personale tecnico-amministrativo il Sindaco spiega perchè, temporaneamente, si è reso necessarie intervenire in alcuni settori

Enzo Salera

“Il momento particolarmente difficile che da oltre un anno in qua sta vivendo il nostro Paese, un momento difficile e doloroso, denso di preoccupazioni, che riguarda naturalmente anche la nostra realtà, impone l’assunzione di un senso di responsabilità ancora maggiore a ciascuno di noi nell’adempimento dei rispettivi compiti”.

Il mittente è Enzo Salera. I destinatari i dipendenti del personale tecnico-amministrativo del Comune di Cassino. Nell’Ente si sono resi necessari alcuni spostamenti, per un determinato periodo di tempo e specifiche esigenze. Tuttavia si sono registrati alcuni malumori. Prima che la maretta diventasse tempesta è quindi intervenuto il primo cittadino.

In una lettera ai dipendenti il primo cittadino spiega: “Tutti siamo chiamati, nessuno escluso, a far fronte a difficoltà maggiori che si determinano anche nel proprio posto di lavoro per via delle forzate assenze dovute a motivi di salute, in alcuni casi particolarmente gravi. Inoltre le ferie da godere da parte di numerosi pensionanti, peraltro in uffici già privati della presenza di colleghi collocati a riposo nei mesi scorsi, rende assai gravoso il disbrigo delle pratiche nei rispettivi uffici”.

L’Amministrazione sta provvedendo a rinormalizzare la situazione con nuove assunzioni, ma ciò richiede ancora un po’ di tempo e  l’assolvimento di adempimenti propedeutici, a cominciare dall’approvazione del bilancio del nostro Comune.

Faccio pertanto appello alla serietà di ciascuno, alle competenze acquisite in tanti anni di diligente lavoro, all’esempio che potrete dare ai nuovi colleghi da poco assunti, a che vi mostriate disponibili alle necessaria flessibilità. Anche nell’accettare l’occasionale, momentaneo spostamento in un ufficio diverso da quello sinora occupato, ove in quest’ultimo si ravvisasse l’assoluta necessità ed urgenza del supporto di qualche unità lavorativa per far fronte a scadenze indilazionabili”.