“Nessuno stop ad Astrazeneca, nel Lazio la vaccinazione prosegue”

REGIONE – L’assessore D’Amato: “Sta circolando una comunicazione circa la sospensione della somministrazione totalmente falsa”. Oggi su oltre 16 mila tamponi e oltre 17 mila antigenici per un totale di oltre 33 mila test, si registrano 1.330 casi positivi

Si è conclusa alla presenza dell’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Annuncia l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato: “Oggi su oltre 16 mila tamponi nel Lazio (-1.958) e oltre 17 mila antigenici per un totale di oltre 33 mila test, si registrano 1.330 casi positivi (+100), 46 i decessi (-3) e +1.885 i guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, le terapie intensive e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 600. Il Valore RT a 0.79. è in calo il tasso di occupazione dei posti letto in area medica, rimane stabile il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Cala l’incidenza”.

Nelle province si registrano 291 casi e sono sette i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 161 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 73 e 81 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 71 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 58 e 66 anni con patologie.

In merito ai vaccini, D’Amato precisa: “Sta circolando una comunicazione circa la sospensione della somministrazione del vaccino Astrazeneca totalmente falsa. La fake news non solo non è vera, ma la campagna vaccinale prosegue e gli utenti prenotati con il vaccino Astrazeneca possono recarsi regolarmente al centro vaccinale per il proprio appuntamento”.