Sicurezza sul lavoro, partono i corsi in Comune

CASSINO – Circa 30 i dipendenti che hanno preso parte alla formazione di primo soccorso e alla formazione emergenza incendio. Il sindaco: “Si tratta certo dell’osservanza di obblighi imposti dalla legge, cui non sempre, forse, è stato dato in passato il rilievo dovuto”

Per un certo periodo, nel passato, erano in tre. Con il traguardo del pensionamento tagliato dagli altri due colleghi, ora è rimasto lui solo, Maurizio De Maria, dipendente comunale del settore della Manutenzione, a ricoprire il delicato ruolo di RLS, vale a dire di rappresentante della sicurezza dei lavoratori. Una figura cui è affidato un compito tutt’altro che secondario anche in una struttura qual è un Ente locale, espressamente prevista dalle legge a tutela della sicurezza di chi vi lavora .

 Per tale incarico, Maurizio De Maria ha seguito un corso, 32 ore, tenuto in via telematica da una società specialistica, e conseguito il relativo attestato di idoneità. Cosa di cui mostra di essere alquanto orgoglioso. Il che non può fargli che onore. Oltre lasciar pensare che, anche in virtù della esperienza già acquisita in servizio, saprà ben operare, così come nelle attese dell’amministrazione comunale.

Come chiarisce il dirigente dell’area tecnica, ing. Mario Lastoria, un dirigente cui non fa difetto la scrupolosità nell’osservanza delle norme in materia di sicurezza, quello di De Maria, “è un ruolo di fondamentale importanza nell’interfaccia tra i lavoratori, il datore di lavoro (Il dirigente, appunto) e il suo staff del quale fanno parte il medico del lavoro, dott.ssa Laura Santoro, e il responsabile sicurezza protezione e prevenzione, l’ing. Saverio Ladisa.

Intanto, completata la fase di acquisizione dei dati e di attenta analisi dei vari ambienti di lavoro dei settori comunali, è in via di approvazione il documento di valutazione dei rischi aziendali. “Si tratta certo dell’osservanza di obblighi imposti dalla legge, cui non sempre, forse, è stato dato in passato il rilievo dovuto – dice il sindaco, Enzo Salera – ma è soprattutto il frutto di una accresciuta sensibilità verso la sicurezza che abbiamo il dovere di garantire ai dipendenti nel loro posto di lavoro”.

Nella sua qualità (e responsabilità) di “Datore di lavoro”, il dirigente, ing. Lastoria, non ha tentennato nel programmare il calendario per la formazione obbligatoria dei dipendenti. Così è stata fatta nelle settimane scorse la “formazione di primo soccorso”. E’ durata 12 ore con lezioni frontali e con prova finale sia orale che pratica per i 27 partecipanti cui è stato rilasciato il relativo attestato.

Alla “formazione emergenza incendio”, durata 8 ore, con lezioni teoriche e pratiche, hanno invece preso parte 29 dipendenti. Il Covid ha purtroppo impresso un rallentamento del programma, ma mercoledì e giovedì prossimi partiranno altri due corsi per la formazione dei nuovi assunti e di una sessantina di colleghi dipendenti comunali.

L’ing. Lastoria ricorda l’acquisto di diverse nuove cassette di “Pronto soccorso” e, al costo complessivo di 12 mila euro, di apparecchiature antincendio che sono state installate non solo nel Comune ma, ovviamente, anche nelle scuole. Ricorda altresì che vengono effettuate a scadenze regolari le visite mediche obbligatorie, e fa sapere, infine, che sta organizzando un corso per l’utilizzo del defibrillatore. “Si ha in animo di acquistarne un altro – dice – ma in Comune attualmente non c’è personale formato all’utilizzo. In caso di malaugurata necessità”. Una carenza cui verrà posto rimedio.