Regione Lazio, Mauro Buschini si dimette da presidente

POLITICA – Dopo le polemiche per le assunzioni, l’esponente del Pd annuncia perchè intende lasciare la presidenza della Pisa. Battisti: “Con il suo gesto ha dimostrato senso di responsabilità verso tutta l’istituzione. Sarà la commissione trasparenza che sarà costituita a verificare che le procedure concorsuali siano state svolte a norma di legge, cosa di cui sono certa”

“Voglio ringraziare Mauro Buschini per il lavoro svolto da Presidente del Consiglio Regionale. Ha diretto l’aula con spirito di servizio e imparzialità, come la sua figura richiedeva. L’ultimo anno è stato un anno difficile: governare la sede legislativa regionale in una situazione di emergenza come quella che abbiamo vissuto con il Covid, nell’ambito di una serie di procedure consiliari nuove e mai adottate prima, era complicato, ma Mauro ha saputo portare in aula le istanze che provengono dai cittadini”.

Queste le parole di Sara Battisti, consigliere regionale del Pd, poche ore dopo che Mauro Buschini, in una lettera ai consiglieri, ha ufficializzato le sue dimissioni. Una lettera nella quale Buschini evidenzia: “Non vivo questa scelta come una resa, né come un’azione dettata da impulsività, sotto la pressione delle polemiche di questi giorni. È un atto di amore verso questa istituzione, per aiutare a fare chiarezza e garantire prestigio al nostro Consiglio ed al nostro lavoro”. Il riferimento è al caso delle assunzioni a tempo indeterminato fatte di recente in Regione: alcuni dei 16 neo assunti sono persone vicinissime all’ormai ex presidente del Consiglio regionale.

Quindi, dopo le polemiche scoppiate nei giorni scorsi, Buschini ha deciso di lasciare la presidenza dell’Aula.

“Ho iniziato la mia militanza politica con lui, e di lui – dice la consigliera Sara Battisti – ho sempre apprezzato la passione con cui ha rappresentato la sua e nostra comunità. Abbiamo radici comuni, entrambi siamo figli di operai che hanno conosciuto l’impegno nel lavoro dei nostri genitori, così come dei tanti cittadini della nostra terra. Con il suo gesto ha dimostrato senso di responsabilità verso tutta l’istituzione. Sarà la commissione trasparenza che sarà costituita a verificare che le procedure concorsuali siano state svolte a norma di legge, cosa di cui sono certa”.