Filippo Massa è il nuovo segretario del circolo Pd di Ausonia

POLITICA – Eletto all’unanimità nel congresso che si è svolto ieri sulla piattaforma zoom. “Gli amministratori del comune iscritti al Pd in maggioranza e all’opposizione? Sarà responsabilità del sottoscritto tutelare e garantire tutte le sensibilità e opinioni in campo e lavorare a una scrematura dei dissidi, umani e politici”. I ringraziamenti a Luca Fantini

Filippo Massa e Luca Fantini

Filippo Massa, già leader dei Giovani Democratici del Cassinate, è stato eletto ieri quale segretario del Partito Democratico di Ausonia all’unanimità dei presenti. Il congresso si è svolto sulla piattaforma zoom alla presenza del segretario della federazione provinciale Luca Fantini e dei delegati di segreteria provinciale Maggiani e Abbate.

“Sono emozionato e orgoglioso di essere alla guida del partito del mio Paese” le prime parole di Massa dopo l’incoronazione. Spiega il neo segretario: “Nonostante la mia esperienza nella organizzazione giovanile in questi anni, da segretario dei GD Cassino prima e poi da dirigente provinciale delegato in segreteria, non ho mai perso di vista le dinamiche politiche di Ausonia. Da oggi inizia questa nuova esperienza, complicata ma al tempo stesso entusiasmante. C’ é la volontà di costruire un percorso importante, con obiettivi ben precisi, alcuni dei quali elencati nel mio documento ufficiale, sulla scia dell’ azione politica del Partito Democratico Provinciale a guida Luca Fantini, a cui va il mio ringraziamento politico e personale”

Proprio le dinamiche interne al comune di Ausonia sono state al centro della relazione di Massa che, tra le altre cose, ha evidenziato: “Riconosco all’ interno del partito una forte e importante componente amministrativa, con l’ Assessore Pinchera e i Consiglieri Santamaria e Cardillo. Con essi ci sarà un rapporto costante e proficuo.

Credo sia un orgoglio e anche una straordinaria opportunità per il nostro circolo avere dei punti di riferimento all’ interno dell’ Amministrazione Comunale con cui lavorare su proposte da mettere in campo; è un rapporto politico diretto che dovremo sicuramente sfruttare per portare avanti delle nostre battaglie, nel solco dei valori e degli ideali del centrosinistra, che sono sacri e mai trattabili. Doveroso altresì riconoscere la presenza al nostro interno anche di una componente di minoranza all’amministrazione Cardillo, e faccio riferimento ai Consiglieri Zegarelli e Pomerani.

Sarà responsabilità del sottoscritto tutelare e garantire tutte le sensibilità e opinioni in campo e lavorare a una scrematura dei dissidi, umani e politici; ciò assicurerebbe un confronto pacifico all’ interno della nostra comunità, fare opera di mediazione dove sarà possibile e in aggiunta permetterebbe talvolta di perseguire e attuare insieme dei punti di merito specifici in Consiglio Comunale. Sarò molto chiaro su questo punto: non è e non sarà semplice gestire delle fasi, ne sono consapevole. Ogni scelta politica fatta dal circolo PD di Ausonia sarà deliberata dopo aver approfondito e discusso con tutti gli iscritti, amministratori di maggioranza e minoranza compresi.

Dobbiamo avere la forza di rendere questo Partito vivace, frizzante, in prima linea anche quando non converrebbe; un Partito che attiverà un ciclo di attività di formazione, politica, amministrativa, gestionale, comunicativa; non nego di averne preso spunto da un’ iniziativa simile che l’ organizzazione giovanile ha lanciato da qualche mese, e che sta avendo un grande successo; sono convinto che possa essere veicolato nelle realtà comunali come Ausonia. L’ orizzonte deve essere unico e solo, riportare il Partito Democratico di Ausonia ad essere riconosciuto come un punto di riferimento centrale e stabile nel panorama politico e non solo del nostro paese.

Poi Massa tra le altre cose ha evidenziato: “Abbiamo una bella storia da prendere come esempio, e mi riferisco al nuovo gruppo dirigente provinciale che, con Luca Fantini segretario, da poco meno di un anno ha preso le redini del Partito in Provincia di Frosinone.

Con determinazione e abnegazione, e con tutte le difficoltà che questo periodo storico comporta, si sta lavorando ad una totale riorganizzazione dell’ azione politica sul territorio. Una squadra attiva che si sta dando da fare, con unità di intenti nel rispetto di tutte le sensibilità in campo. Si susseguono di settimana in settimana iniziative, confronti su temi specifici, è in atto un lavoro certosino per rimettere a posto i cocci in diverse realtà territoriali.

Questa dinamica a mio parere dovremo riportare nel nostro piccolo ad Ausonia, e i primi passi vanno nella giusta direzione. Grazie al lavoro del segretario provinciale Fantini in questi mesi ci siamo introdotti nel sentiero luminoso di ritrovata serenità, che ci potrebbe portare stasera a celebrare un congresso unitario.

Per questo dico pubblicamente grazie a tutte le parti in causa, a partire dal Segretario uscente Benedetto Zegarelli che ha dato il suo contributo per riuscire in questo intento. Servirà l’ esperienza e la collaborazione di tutti per proseguire la corsa su questo sentiero perché ci sono sfide che sarà fondamentale combattere insieme. Sulle nostre spalle c’ è una grossa responsabilità, abbiamo il dovere di perseguire un lavoro lungo e duraturo, fronteggiare a mani nude il verbo dell’ Antipolitica, del “sono tutti uguali”, questa idea diffusa che esiste soltanto la Politica sporca da cui è meglio stare lontani.

Poi ha spiegato come intende cambiare la comunicazione del partito: “A proposito di ciò lavoreremo su una comunicazione anche diretta oltre che virtuale; ritorneranno banchetti in piazza, volantinaggi, e talvolta la nostra prossima sede potrà essere trasformata in un vero e proprio sportello informativo.

Un partito vigile, attento a ciò che accade, sempre sul pezzo, anche per quanto riguarda il rapporto con le associazioni presenti sul territorio, che sono da sempre un serbatoio di attivismo civico, sociale e culturale che altrove ci invidiano. Il Partito Democratico lavorerà con loro per una collaborazione sostanziosa e fruttuosa, tante proposte e iniziative potrebbero essere comuni”.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA RELAZIONE INTEGRALE DI FILIPPO MASSA