Covid, inizia la discesa: nel Lazio 719 casi in meno rispetto a mercoledì scorso

IL FATTO – L’assessore D’Amato illustra i dati regionali. La Asl di Frosinone: “Continua la corsa per la vaccinazione contro il Covid-19”

Alessio D’Amato e Pierpaola D’Alessandro

Oggi su oltre 13 mila tamponi nel Lazio (+5.989) e oltre 23 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.081 casi positivi (-39), 47 i decessi (+4) e +1.801 i guariti. Diminuiscono i casi e le terapie intensive, mentre aumentano i ricoveri e i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 2%.

Spiega l’assessore D’Amato: “Oggi aperte le prenotazioni per gli anni 65 e 64 (ovvero i nati nel 1956 e 1957). Tutto si sta svolgendo regolarmente e sono già oltre 35 mila le prenotazioni effettuate. Primi segnali di discesa dei casi, oggi in calo rispetto a ieri (-39) e soprattutto rispetto a mercoledì della scorsa settimana (-719) e si riducono i tassi di occupazione delle terapie intensive. Nelle province si registrano 221 casi e sono nove i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 63 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 69 e 74 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 99 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare”.

E intanto dalla Asl di Frosinone, in merito alla campagna vaccinale, si precisa quanto segue: ” L’obiettivo è la vaccinazione dei pazienti estremamente vulnerabili, gli over 80 e i pazienti domiciliari. Entro la fine del mese di aprile ci proponiamo di completare la vaccinazione degli oltre 3000 pazienti, presi in carico dalla Asl dopo essersi prenotati nei mesi scorsi al numero verde della Regione Lazio 800.118.800. Complessivamente  abbiamo vaccinato il 50% dei richiedenti.

Otto equipe itineranti, costituite da personale aziendale dell’Assistenza a Domicilio Integrata (ADI) e personale delle cooperative accreditate, hanno iniziato la vaccinazione domiciliare a fine febbraio. I medici di medicina generale hanno aderito all’appello della Asl per la vaccinazione e stanno vaccinando i propri pazienti estremamente fragili, gli over 80 e i pazienti domiciliari, ovviamente il problema è in questo momento la disponibilità delle dosi vaccinali.

Tutti i prenotati sono avvisati per telefono e SMS per definire la data di vaccinazione. Per ulteriori informazioni chiamare il numero verde gratuito 800.716.963 dell’ufficio Relazioni con il Pubblico, attivo dalle ore 08.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.00.

Ricordiamo che è ancora attiva la prenotazione al numero verde gratuito regionale  800.118.800″.