Da Borsellino a Grasso: ecco il primo festival della legalità

CULTURA – Organizzato dall’associazione “Cassino città per la Pace” di Marino Fardelli e Nino Rossi. Ecco quando e come si svolgerà. E chi saranno gli ospiti

Tutto pronto per il primo Festival della Legalità che si terrà dal 28 al 30 aprile in modalità on line, promosso da Marino Fardelli e Nino Rossi, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Associazione “Cassino Città per la Pace”.

Tre giorni di dibattiti e incontri tra esperti, giornalisti e rappresentanti delle istituzioni e familiari vittime di mafia e di camorra. Dieci eventi gratuiti in live streaming, con la partecipazione attiva di alcune scuole secondarie di secondo grado di Cassino che ospiteranno in una forma di dialogo alcuni ospiti di livello nazionale.


Guardare in faccia le mafie, conoscerle nel profondo, parlare con i protagonisti del mondo giudiziario e giornalistico, del mondo dell’antimafia e dell’Italia resistente, conoscere i familiari delle vittime di mafie, sciogliere i dubbi che ci attanagliano. È questo il fine del Festival della Legalità organizzato dall’Associazione Cassino Città per la Pace in accordo con il Comune di Cassino, dall’Ordine degli Avvocati di Cassino, dalla Cooperativa I Naviganti, dall’Associazione Peppino Impastato di Cassino, dall’Associazione Carabiniere Marino Fardelli e dalla Fondazione Legalità e Sviluppo con l’egida dell’Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione Lazio.


Gli eventi saranno fruibili on line dalla pagina facebook dell’Associazione Cassino Città per la Pace in orari mattutini e pomeridiani. Qualche nome di qualche ospite presente alle nostre dirette online? Salvatore Borsellino, Pietro Grasso, Peppe Antoci, Paolo Borrometi, Alfredo Morvillo, Caterina Chinnici, Gianpiero Cioffredi, Gianluca Giannichedda e tanti altri.


Il programma, ad oggi già ricco di importanti contenuti e presenze, sarà presentato nelle prossime settimane in una speciale conferenza stampa alla presenza del Sindaco di Cassino Enzo Salera e dell’Assessore alla Cultura Danilo Grossi e al presidente dell’Ordine degli Avvocati di Cassino Gianluca Giannichedda.