Cus Cassino, Aldo Terranova sugli scudi

IL FATTO – E’ stato eletto vice presidente del comitato regionale Federazione Italiana Scherma del Lazio. La soddisfazione di Claudio Fontana e Carmine Calce

Aldo Terranova

Aldo Terranova si conferma un punto di riferimento importante per la scherma, non solamente a livello territoriale, ma anche e soprattutto regionale. Il responsabile del Cus Cassino Scherma è stato infatti eletto vice presidente del comitato regionale Federazione Italiana Scherma del Lazio. Nel corso delle elezioni che si sono svolte di recente, Terranova – vero iniziatore e trascinatore della scuola di scherma di Cassino e del Basso Lazio – è stato anche riconfermato consigliere regionale.

A livello nazionale la grande novità è stata invece l’elezione del nuovo presidente, Paolo Azzi, grande sostenitore della linea avviata da Giorgio Scarso e da tutto il consiglio direttivo, che ha governato gli ultimi vent’anni la Federazione portandola a lustri di eccellenza unica a livello mondiale. In seno al consiglio regionale, invece, è stata data piena fiducia, nel segno della continuità, a Claudio Fontana.

Il nostro territorio, come detto, ha visto la riconferma del n rappresentante del CUS Cassino, Aldo Terranova, che ha avuto anche l’assegnazione della carica di vicepresidente regionale a conferma dell’impegno e delle attenzioni che riveste da anni nel mondo della scherma Laziale”.

Con malcelato orgoglio e altrettanta determinazione, Terranova a caldo commenta: “Sono feliece di continuare a lavorare per un’attività schermistica Laziale sempre di più alto livello, a questo fine ha avuto un ruolo determinante il gioco di squadra dell’intero consiglio regionale nei 4 anni passati.

Una grande determinazione e slancio verso obiettivi importanti hanno caratterizzato intero gruppo con la gestione del presidente Claudio Fontana. Penso Innanzitutto all’evento annuale internazionale del circuito europeo cadetti organizzato a Roma ma anche a tutte le gare in ambito regionale che hanno saputo soddisfare le migliori attese di tutto il movimento Laziale e non ultimo a tutte le attività messe in atto per contrastare l’arido periodo del covid con webinar e allenamenti intersala che hanno mantenuto alto il livello delle eccellenze laziali e fatto veramente da apripista in tutta Italia”.

Chi mi sente di ringraziare per questo importante traguardo? “Corre l’obbligo certamente di un affettuoso saluto al vicepresidente Domenico Guarnieri e al consigliere Sergio ostili che hanno terminato l’incarico all’interno del comitato Ma che sono stati fondamentali per tutte le attività svolte. Un ringraziamento va sicuramente anche all’intero movimento della scherma del Basso Lazio che raccoglie ben 5 società tra Frosinone e Latina ha un ruolo determinante per l’andamento della scherma Laziale sia in termini di numero di praticanti che per la qualità degli atleti che abbiamo in campo”.

Soddisfazione manifesta anche Claudio Fontana, presidente del comitato regionale Lazio, che spiega: “Sono felice dell’andamento del comitato regionale Lazio e soprattutto del nuovo consiglio direttivo col quale stiamo costruendo interessanti e importanti eventi finalizzati ad una crescita dell’intero movimento Laziale e aggiungo che sarà sarà particolarmente coinvolto prossimamente proprio il territorio cassinate con importanti eventi e manifestazioni”

Su tutti chiosa infine il presidente del Cus Cassino, Carmine Calce: “La scherma per il CUS Cassino rappresenta da sempre un fiore all’occhiello. Il riconoscimento ad Aldo Terranova – sottolinea Calce – rappresenta un bel riconoscimento per tutta l’attività e il ciclo delle manifestazioni che prossimamente verranno messe in campo ci vedono in prima linea per una ripresa vera del mondo dello sport. La sinergia nata tra l’Università di Cassino, il Comune di Cassino e la Federazione Scherma -conclude il presidente Calce – porterà sicuramente una importante visibilità del nostro territorio e una concreta ripartenza”.