Covid, aumentano i focolai in ambito familiare e slittano i vaccini agli over 80

IL BOLLETTINO – Lo rende noto l’assessore alla Sanità del Lazio dove oggi si registrano 1.141 casi. In Ciociaria sono 91 i nuovi positivi: Cassino, Pontecorvo, Ceccano e Ausonia i comuni con più contagi. D’Amato: “Le somministrazioni agli anziani inizieranno il giorno 8 febbraio e dureranno fino al 30 aprile”. Ecco come fare per le prenotazioni

La slide con i numeri di oggi (i positivi totali sono 91 e non 69 come riportato in tabella)

Oggi su oltre 12 mila tamponi nel Lazio (-43) e oltre 14 mila antigenici per un totale di quasi 27 mila test, si registrano 1.141 casi positivi (-162), 53 i decessi (+17) e +2.327 i guariti. Diminuiscono i casi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%. I casi a Roma città sono a quota 600.

“Il valore RT è a 0.93, il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva scende dal 35% al 32%, il tasso di occupazione dei posti letto di area medica scende dal 45% al 43%. Leggermente in aumento – sottolinea l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato – il numero dei nuovi focolai in ambito familiare e diminuisce l’incidenza per 100 mila abitanti. Segnali di miglioramento, ma bisogna mantenere alta l’attenzione.

Nelle province si registrano 257 casi e sono tredici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 103 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 71 e 88 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 91 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano cinque decessi: una donna di 77 anni residente ad Atina, un uomo di 85 anni residente a Ceprano, una donna di 97 anni residente a Fontana Liri e un uomo di 86 anni residente a Ferentino”.

SLITTA IL VACCINO AGLI OVER 80

Sempre l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato in merito al vaccino invece spiega: “A causa dei ritardi nelle forniture Pfizer i vaccini per gli over 80 anni slittano al 1° febbraio per quanto riguarda le prenotazioni online (sul sito SaluteLazio.it) e le somministrazioni prenderanno il via a partire da lunedì 8 febbraio con uno slittamento di una settimana rispetto a quanto originariamente previsto. 

La campagna durerà fino al 30 aprile salvo chiuderla prima se ci saranno le dosi necessarie. Inizialmente si partirà con le dosi disponibili, tenendo conto dei richiami in corso, e saranno successivamente aumentate proporzionalmente alla disponibilità dei vaccini. Qualora si dovesse avere una maggiore disponibilità, ovvero ulteriori tipologie di vaccini approvati da EMA (Agenzia europea per i medicinali), il termine della campagna potrà essere anticipato e coloro che si sono prenotati in maniera automatica verranno anticipati e avvisati.

La platea dei soggetti interessati over 80 anni nel Lazio è di circa 470 mila persone. Saranno considerati prenotabili anche coloro che compiranno 80 anni durante il corrente anno. Per prenotarsi basta il codice fiscale e può farlo anche un parente o un famigliare. Inoltre sempre dal 1° febbraio verrà messo a disposizione un apposito numero per un supporto telefonico alle modalità di prenotazione online. Si partirà con oltre 60 punti di vaccinazione distribuiti in ogni Distretto e che possono essere ampliati fino a oltre 100 seguendo la disponibilità delle dosi di vaccino.

Per quanto riguarda i medici di medicina generale (MMG) finora sono oltre 700 coloro che hanno aderito, la manifestazione di interesse rimane aperta e potranno partire non appena le dosi di vaccino a disposizione lo permetteranno, considerando che serve uno stock minimo di almeno 100 mila dosi”.