I presidi: “Servono orari differenti per le scuole del centro e quelle della Folcara”

IL FATTO – I dirigenti degli istituti superiori di Cassino scrivono all’ufficio regionale e al prefetto di Frosinone mettendo in evidenza le criticità che ci sono con l’attuale doppio orario. E presentano una serie di proposte alternative. Ecco quali

I dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado di Cassino, professori Bianchi Marcello (IIS Medaglia d’Oro), Merino Pasquale (ITIS Majorana), Orlando Teresa (IM Varrone), Pietroluongo Licia (IIS Carducci), Salzillo Salvatore (Liceo Scientifico G. Pellecchia), Venuti Maria (IIS San Benedetto), autoconvocatisi per concordare possibili soluzioni alle criticità emerse nella ripresa delle attività didattiche in presenza, scrivono all’ufficio scolastico regionale mostrando pollice verso per l’attuale scaglionamento del doppio orario e al contempo presentando una serie di proposte alternative.

Argomentano i dirigenti: “Lo scaglionamento degli ingressi in due fasce orarie 8-13 e 10-15 rende estremamente difficoltosa la frequenza delle attività didattiche in presenza per tutti gli studenti delle scuole secondarie di 2^ grado di Cassino: il bacino di utenza del territorio cassinate è ampio, insiste su quattro province (Frosinone, Latina, Isernia e Caserta) e tre regioni (Lazio, Molise, Campania).

Inoltre, le scuole secondarie di 2^ grado sono dislocate in 2 zone del Comune di Cassino: il centro urbano e due località periferiche (località Folcara e zona Casilina Nord) che sono servite per la maggior parte dal trasporto pubblico locale. Gli alunni raggiungono la città di Cassino con autobus di linea (Cotral e altri autoservizi messi a disposizione dai Comuni limitrofi) e quelli diretti in località Folcara sono costretti a servirsi di altro mezzo. Dal 18 gennaio, in maniera trasversale agli Istituti, c’è una frequenza bassissima degli alunni, come si evince dai monitoraggi inviati all’USR.

Il piano delle corse previste da Cotral attualmente lascia sguarniti alcuni Comuni del bacino d’utenza degli studenti. In particolare, si segnala che dai seguenti Comuni risultano assenti le corse relative alla fascia di 10-15:

  • Atina e Villa Latina (FR)
  • Belmonte Castello (FR)
  • Castelforte (LT)
  • Pico (FR)
  • Rocca d’Evandro (CE)
  • SS. Cosma e Damiano (LT)
  • Venafro (IS)

Le corse risultano assenti sia per l’ingresso a scuola, che per l’uscita, con grave disagio degli alunni che si troverebbero ad uscire di casa intorno alle 7 e a rientrare dopo le 18.00.  In alcuni casi il servizio Cotral aggiuntivo non raggiunge il centro città e le frazioni di molti Comuni, lasciando gli studenti passeggeri nel tardo pomeriggio al bivio delle principali arterie.

Si segnala, relativamente al primo turno, che gli studenti, uscendo alle 13, sono costretti ad attendere la partenza dei mezzi per circa un’ora, dal momento che la maggior parte delle corse parte alle 14-14,15. Inoltre, l’ingresso alle ore 8 risulta critico per la maggior parte degli studenti, poiché il capolinea è lontano dalle sedi scolastiche”.

Quindi i dirigenti presentano una serie di proposte alternative, evidenziando nella missiva di esser disponibili ad incontrare le autorità competenti al fine di poter meglio rappresentare le esigenze del territorio caratterizzato da forte disomogeneità.

Ecco le cinque proposte da cui intendono partire i dirigenti di Cassino per trovare una sintesi e un punto d’incontro con le autorità competenti in materia:

  1. Prevedere un orario differenziato di inizio/termine delle attività didattiche per le scuole ubicate nel centro urbano/Casilina Nord (IIS Carducci, IM Varrone, IIS San Benedetto e IIS Medaglia d’Oro per un totale di circa 1300 studenti) e per quelle ubicate nella località Folcara (Liceo Scientifico G. Pellecchia, ITIS Majorana per un totale di circa 1200 studenti):
  2. IIS Carducci, IM Varrone, IIS San Benedetto e IIS Medaglia d’Oro ingresso 8.15 con uscita nella fascia oraria 13-13,45
  3. Liceo Scientifico G. Pellecchia, ITIS Majorana (località Folcara) ingresso alle ore 8.45 con termine alle ore 13.45
  4. Prevedere corse dedicate e differenziate per le due zone (zona centro/Casilina Nord e zona Folcara)
  5. Gli istituti scolastici presentano una diversa organizzazione didattica, alcuni con orario delle lezioni articolato su cinque giorni, altri su sei. Si chiede di poter mantenere questa organizzazione, data la concentrazione di movimento nella città di Cassino il sabato mattina per la presenza del mercato settimanale.