Botti di Natale in Consiglio comunale. Salera: “Smascheriamo la feccia della politica”

CASSINO – Il sindaco Enzo Salera, senza peli sulla lingua, accende la miccia: “Qualcuno ha provato ad avvicinare consiglieri di questa maggioranza per mettere sotto scacco l’amministrazione e ha attivato la macchina del fango”. E poi annuncia: “Ci siamo già attivati con le autorità competenti”

Che non sarebbe stato un Consiglio comunale “tranquillo”, quello di oggi a Cassino, era nell’aria già dalla vigilia. I rapporti tra la maggioranza di centrosinistra che governa la città, e parte dell’opposizione consiliare, sono infatti ormai logori. Eppure l’assise odierna si era aperta all’insegna della pace natalizia. Per la prima volta, infatti, il Consiglio ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal consigliere di minoranza Salvatore Fontana con la quale ha chiesto l’impegno da parte del Comune di Cassino a mettere in atto azioni di sensibilizzazione per quel che riguarda la campagna vaccinale contro il Covid che prenderà il via prossimamente.

Ma solo il Covid ha contribuito alla concordia. Poi sui temi politici si è acceso il dibattito. Soprattutto sulla mozione con la quale i consiglieri Fontana, Petrarcone, Mignanelli, Evangelista e Fardelli hanno chiesto di cancellare la corsia ciclabile e ripristinare la viabilità così com’era fino a qualche mese fa. Mozione bocciata dalla maggioranza, e a spiegare il perchè, entrando nei tecnicismi, è stato l’assessore Francesco Carlino.

Dopo un botta e risposta tra maggioranza e opposizione durato quasi due ore, ha chiesto la parola il sindaco Enzo Salera. Non per fare una ulteriore precisazione tecnica o politica. Ma ha colto la palla al balzo per un intervento a più ampio raggio. E ha infuocato l’assise. Il sindaco, infatti, non ha risparmiato colpi sotto la cintura. E ha affondato i colpi.

Il primo: “Lasciamo da parte le ipocrisie su chi ha chiamato Striscia la Notizia. Di certo non è stata questa maggioranza. C’è chi esprime la parte nobile della politica e chi la feccia della politica. Ebbene: esprime la feccia della politica chi, a mezzo di blogger a juke box, attiva la macchina del fango”.

E ancora: ” Esprime la feccia della politica chi ha provato ad avvicinare consiglieri di questa maggioranza per mettere sotto scacco questa amministrazione. “

Quindi ha concluso: “Io ho sempre cercato di esprimere la parte nobile della politica. Quando si attiva la macchina del fango c’è una motivazione ben precisa. Ma noi resisteremo e andremo avanti nell’interesse esclusivo dei cittadini. Ci siamo già attivati con le autorità competenti”.