Freesho: la prima web app a sostegno delle attività locali

ECONOMIA – Arriva nella provincia di Frosinone una piattaforma digitale che permette
alle attività locali di vendere online dopo un virtual tour nello store

Domenica 13 dicembre è stata lanciata la web app Freesho a Cassino, Sora e Frosinone. È una piattaforma che permette di rendere l’acquisto una vera e propria esperienza, ma da remoto. Non è la solita applicazione indirizzata esclusivamente all’acquisto del prodotto, Freesho ti offre di più: ti permette di svolgere un tour virtuale del negozio, girare tra gli scaffali, proprio come dal vivo, sfogliare il catalogo e acquistare. Infine, si può scegliere se ricevere gli acquisti comodamente a casa oppure ritirarli nei Freesho Point, dove personale esperto impacchetterà e sanificherà i prodotti.


Freesho nasce dall’esigenza di trovare soluzioni digitali, nuove e semplici per il
negoziante, e rispondere alle necessità di shopping in digitale dei clienti. In particolare,
però, nasce proprio da esigenze di alcuni negozianti storici della provincia, soprattutto di
Cassino, che non volevano rinunciare alla tradizione, ma avvicinarsi al mondo del digitale
in maniera originale. Per questo motivo è stata scelta la città martire come terreno di
lancio della piattaforma, soprattutto in questo periodo, strategicamente scelto, per
l’affluenza degli acquisti natalizi, che vanno però in contrasto con le norme anti-Covid. Al
momento sono dieci le attività a Cassino ad aderire e due a Frosinone e Sora.


Il team Freesho è composto da executives delle più grandi aziende della Silicon Valley,
professori, ed ingegneri del Politecnico di Torino, che hanno deciso di collaborare per fare
fronte all’esigenza dei negozi locali di combattere le grandi piattaforme e-commerce, e
offrire servizi innovativi e sicuri di shopping in digitale. L’attuale trend d’acquisto sempre
più orientato verso l’online – fortemente accelerato dal Covid-19 – ha messo a dura prova
le realtà locali e causato l’indebolimento del tessuto sociale sulla quale si basa l’intera vita
cittadina. Freesho pensa allo sviluppo del territorio non solo in termi di local retail, ma
anche in termini di risorse, tanto da scegliere partnership con realtà locali del cassinate
come Webefy, media partner.


L’obiettivo di questa importante iniziativa è tutto racchiuso nelle parole di Pietro Marini,
group head of innovation di Deltatre, global leader nel settore delle esperienze video, e
angel investor di Freesho: “Per questioni lavorative – lavoro nel settore sport tech,
fortemente impattato dalla pandemia – ho visto un numero veramente elevato di soluzioni
di breve termine focalizzate sul risolvere un problema nell’immediato, senza preoccuparsi
dell’impatto post-pandemico dell’idea. In questo caso ho invece visto un’iniziativa che
non solo mira a supportare un settore che forse più di ogni altro sta pagando il conto
della situazione in cui ci troviamo, ma che ha un potenziale futuro a mio parere immenso.
Tutti sappiamo lo stress a cui erano, sono, e saranno sottoposti i brick & mortar a causa
della competizione iper-aggressiva dei giganti online. Noi puntiamo a mettere a loro
disposizione i mezzi per competere in maniera smart ed efficiente, senza perdere il focus
sul contatto umano e sull’esperienza d’acquisto”.


I canali Freesho sono aperti a tutti i chiarimenti per i consumatori e negozianti interessati
a dare inizio a questo processo di digitalizzazione nelle piccole realtà locali.
INFO E CONTATTI
info@freesho.it
WEBSITE
http://www.freesho.it/
FACEBOOK
https://www.facebook.com/Freesho-103964211573376INSTAGRAM
https://www.instagram.com/freesho_shop/?hl=en