Frane e fiume in piena, il maltempo sferza la Ciociaria [VIDEO]

CRONACA – Nelle prime ore del mattino i maggiori disagi si registrano nel Sorano, ma trema anche il Cassinate. Il monito del sindaco di Aquino ai cittadini: “Oggi uscite di casa solo in caso di necessità e urgenza”

Fiume in piena a Isola Liri

Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso l’avviso di condizioni metereologiche avverse con indicazione che dalla serata di sabato 5 dicembre 2020 si prevedono sul Lazio: precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Inoltre si prevedono venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con raffiche fino a burrasca forte. Forti mareggiate lungo le coste esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e pertanto inoltrato un bollettino con validità dalla serata di sabato 5 dicembre e per 24-36 ore con allerta arancione per criticità idrogeologica, criticità idrogeologica per temporali e criticità idraulica su Appennino di Rieti, Bacini di Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; allerta gialla per criticità idrogeologica, criticità idrogeologica per temporali e criticità idraulica su Bacini Costieri Nord e Bacino del Liri.

Da questa notte i maggiori disagi si registrano nel Sorano, con il fiume Liri in piena e con alcune frane. Ma anche nel territorio del Cassinate l’allerta resta alta. Il sindaco di Aquino Libero Mazzaroppi ha infatti dichiarato: “Stiamo monitorando, minuto per minuto, la situazione di particolare emergenza cui è sottoposto il nostro territorio a causa delle abbondanti precipitazioni, in atto e previste nelle prossime ore.Il Sottopasso Ferroviario sta tenendo a meraviglia (e speriamo continui così) mentre riscontriamo degli allagamenti in aree di campagna. Invito i cittadini a spostarsi solo per necessità ed urgenza”.

GUARDA IL VIDEO