Forza Italia, pace fatta tra Rotondo e Fazzone

POLITICA – Il sindaco di Pontecorvo prende la tessera del partito. Moira Rotondo mette in guardia: adesso rispetti lo Statuto. E gli rinfaccia quel post su Fb contro il senatore

Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo

“Habemus papam” direbbero oltre Tevere. Alla fine il sindaco Rotondo ha scelto di rinnovare la tessera di Forza Italia mettendo la parola fine alle polemiche delle ultime settimane. La telefonata intercorsa con il Senatore Fazzone, al quale ha voluto comunicare prontamente l’adesione, ce lo conferma. A parlare è Moira Rotondo che, da commissario cittadino si dice soddisfatta di questa scelta.

Moira Rotondo quindi argomenta: “Via mail ho già trasmesso lo Statuto del partito al Sindaco Rotondo, invitandolo ad un maggior rispetto delle norme statutarie che impongono a tutti i tesserati, siano essi dirigenti o semplici militanti, l’adesione al deliberato degli Organi direttivi ed il rispetto dei colleghi di partito, che fino ad oggi è mancato. Mancato sia verso la sottoscritta sia verso i vertici, ricordiamo un malaugurato “Forza Italia Pontecorvo non sta con Fazzone” urlato in un post del Sindaco.

Moira Rotondo

Come commissario plaudo altresi alla confermata adesione del consigliere Carnevale, e alle nuove che verranno. Le elezioni sono sempre foriere di grande entusiasmo, che spero sia duraturo. Ricordo che nel 2015 eravamo praticamente una giunta monocolore: presero la tessera di Forza Italia Nadia Belli (oggi Fdi) Armando Satini (oggi?) , Gianluca Narducci (oggi PD). Fernando Carnevale viceversa, dalle file del PD è transitato nel 2019 in FI e dal partito è stato candidato alle elezioni provinciali. Ciò che ho sempre auspicato è un maggior radicamento del partito e soprattutto una maggiore fidelizzazione.

Sono una militante e tale rimango a prescindere dal ruolo rivestito. Ho accettato di rimanere commissario cittadino di Pontecorvo su insistenza del Partito e nel momento in cui il Partito deciderà diversamente io lavorerò con chi sarà chiamato a ricoprire il ruolo di coordinatore. Ci sono figure in consiglio comunale in grado di ricoprire tale ruolo, grazie alla lunga militanza e all’esperienza maturata sia nelle campagne elettorali di questi anni sia nell’attività capillare di tesseramento. Sicuramente il partito saprà scegliere per il meglio ma per ora come è noto, nessuno sconvolgimento all’orizzonte. Nessun nuovo commissario in Provincia, nessun azzeramento e pace fatta tra Rotondo e Fazzone. Come ho avuto già modo di dire “tanto rumore per nulla”.