San Giorgio, Aquino e Cervaro piangono tre vittime del Covid

IL BOLLETTINO – In Ciociaria sono 7 i decessi, 64 nel Lazio: in aumento rispetto ai ieri. Cala invece il numero dei nuovi casi. In Regione il rapporto tra tamponi e positivi scende al 6%. A Cassino record di guariti. Tutti i numeri dei comuni

Oggi su quasi 27.000 tamponi nel Lazio (+6.776) si registrano 1.669 casi positivi (+80), 64 i decessi (+25) e +868 i guariti Il rapporto tra i tamponi effettuati e i positivi scende al 6%, durante il mese di novembre il dato era stabile tra l’8% e il 10%.  “Si consolida il rallentamento. Roma Capitale per il secondo giorno consecutivo sotto i mille casi. Il rigore richiesto ai cittadini – dice l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato sta producendo gli effetti attesi e bisogna proseguire per questa strada senza ripetere gli errori di questa estate”.  Nelle province si registrano 405 casi e sono diciotto i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 245 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi di 67, 71, 74, 80, 85 e 90 anni con patologie.

IN CIOCIARIA

Nella Asl di Frosinone si registrano 104 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano sette decessi di 64, 79, 80, 81, 81, 81 e 81 anni con patologie. In riferimento ai decessi la Asl fa sapere che si tratta di un uomo di 81 anni residente a Ceprano, una donna di 82 anni residente a Ferentino, un uomo di 64 residente a San Giorgio a Liri, una donna di 81 anni residente a Formia, un uomo di 80 anni di Pescosolido, un uomo di 75 anni residente a Cervaro e un uomo di 79 anni di Aquino