D’Amato: “La curva scende, ora non ripetiamo gli errori di quest’estate”

REGIONE – Oggi nel Lazio il più basso numero positivi in tutto il mese di novembre. Boom di guariti. Ma l’assessore alla Sanità mette in guardia. Intanto Conte convoca i capidelegazione del Governo: tra 48 ore arriva il nuovo Dpcm. Il ministro Boccia: “A Capodanno coprifuoco alle ore 22”

Oggi Su 20.000 tamponi le Lazio (-2.905) si registrano 1.589 casi positivi(-404), 39i decessi (+20) e +1.061 i guariti. Il rapporto tra i positivi e i tamponi è sotto l’8%. “E’ il dato più basso del mese di novembre e per la prima volta Roma città scende al di sotto dei mille casi (947). I risultati ci spingono a proseguire in questa direzione, non bisogna abbassare la guardia, ora non ripetere gli errori di questa estate” ha spiegato in conferenza stampa l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.

Nelle province si registrano 395 casi e sono sedici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 206 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi di 65, 68, 68, 70, 72 e 94 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 54 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano quattro decessi di 46, 72, 83 e 92 anni con patologie.

E intanto il premier Conte ha iniziato ad incontrare i capidelegazione dei partiti di governo: mercoledì è infatti atteso il nuovo Dpcm, quello che di fatto è già stato ribattezzato “Dpcm Natale” perchè regolerà le festività.

Oggi il ministro Francesco Boccia, intervistato da Rainews 24, ha dichiarato: “Se decidiamo che c’è un limite orario per gli spostamenti, che si torna a casa indipendentemente da quello c’è da fare: c’è da festeggiare il Capodanno? Si festeggia a casa”, ha spiegato. Alla domanda se è vero che il ministro avrebbe detto ‘devono passare sul mio cadavere’ se salta il coprifuoco alle 22, Boccia replica: “Si dicono tante cose nelle riunioni e comunque sì la penso così, come Speranza e tutto il governo. Prudenza e attenzione è la nostra linea, una linea che mette la salute davanti a tutto”.