Vallerotonda, al via la prima campagna di manutenzione straordinaria

TERRITORIO – “Il decoro, la pulizia, il rispetto dei beni comuni, rappresentano il senso civico di una Comunità che cresce”. Questo lo slogan lanciato dal sindaco Di Meo

Il sindaco di Vallerotonda Giovanni Di Meo

La manutenzione, la pulizia dei nostri centri, delle vie e delle piazzette dei nostri borghi storici, il rispetto dei beni comuni, rappresentano un punto fondamentale della nostra azione amministrativa per il governo del territorio. La pulizia, il decoro, la cartina tornasole del senso CIVICO di una Comunità. “Sul tema della manutenzione – dice il sindaco di Vallerotonda – abbiamo investito da subito e difatti il programma amministrativo prevede delle campagne di manutenzione ordinarie e straordinarie”.

Spiega il primo cittadini Giovanni DI Meo: “Tombini, catidoie, pozzetti, griglie e cunette mai interessati alla manutenzione, ci hanno visto impegnati, prima dell’arrivo di questa stagione invernale (giuste determine n. 286 del 05/10/2020 e n. 308 del 21/10/2020), nella prima campagna di manutenzione che ha interessato, in aggiunta a svariate cunette – fossi in situazioni critiche, circa 200 unità tra tombini, catidoie, pozzetti e griglie.

La mancata manutenzione del reticolo idrografico superficiale di drenaggio delle acque meteoriche, e in particolar modo l’intasamento delle griglie, dei tombini e delle caditoie, tutti elementi che se intasati non consentono il corretto smaltimento delle acque piovane, sono causa di allagamenti e di impraticabilità degli spazi pubblici con conseguenti danni a persone e cose.

Un intervento quindi necessario affinchè le acque meteoriche possano ora trovare il giusto e regolare deflusso nella rete fognaria pluviale comunale.

Inoltre, durante il programma di manutenzione, siamo intervenuti per la risoluzione di due problematiche, e precisamente, la prima legata ad una situazione di pericolo in Via Colle a Vallerotonda e la seconda al frequente allagamento in Via Garibaldi a Valvori. Nel primo caso abbiamo installato un telaio di supporto ad un pozzetto, mentre nel secondo caso per eliminare il ristagno di acqua abbiamo sostituito il tombino con una griglia 40×40 cm.

L’intervento di manutenzione straordinario di quest’anno – conclude il sindaco – sarà ripetuto a carattere ordinario, prima dell’arrivo della stagione invernale degli anni a venire”.

GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE