L’Università al tempo del Covid: ora l’Erasmus diventa virtuale!

LA SEDUTA – Il Cda ha dato l’ok: un contributo di 150 euro agli studenti che decidono di seguire, da remoto, le lezioni in altri atenei. Anche a Cassino la didattica resta a distanza, ma la sessione di laurea di dicembre si potrebbe tenere in presenza. “Primavera Studentesca” in prima linea con i nuovi rappresentanti: Sforza, Viola e Giannandrea fanno il loro esordio

La seduta del Senato Accademico

Dopo le elezioni dello scorso 20 e 21 ottobre, ieri e l’altroieri si sono svolte le sedute del Senato Accademico e del Consiglio d’Amministrazione e c’è stato l’insediamento dei nuovi rappresentanti. Se la lista “Guardiani University” può vantare l’orgoglio di aver portato per la prima volta negli organi collegiali Unicas uno studente internazionale di colore, “Primavera Studentesca” ha invece il merito di aver fatto tornare le donne nei massimi organi di rappresentanza dell’ateneo: in Cda ha fatto il suo esordio Michele Giannandrea. Stefano Sforza e Francesco Viola hanno invece debuttato in Senato: un vero e proprio ricambio generazionale quello della compagine di Achille Migliorelli. E veniamo, dunque, alle decisioni deliberate dagli organi collegiali.

Sia il Senato che il Cda si sono svolti in modalità telematica. In Consiglio d’Amministrazione il rettore ha fatto una breve presentazione di Michela Giannandrea e Tabe Simpson, il quale ha tenuto a fare un ringraziamento, concludendo con un forte messaggio e invito ” No al razzismo ”, accolto dall’ intero consiglio. “Condivido pienamente le sue parole e spero che siano accolte dalla comunità studentesca”. dice Michela Giannandrea.

Una delle proposte maggiormente interessanti deliberate dal Senato e dal Cda riguarda l’Erasmus: al tempo del Covid diventa virtuale. Significa cioè che, chi vorrà, potrà seguire degli altri atenei da remoto. Ed è previsto ancche un incentivo, un contributo fino a 150 euro.

E a Cassino invece, è possibile seguire in presenza o sempre a distanza? Spiega Giannandrea: “Nella situazione di emergenza che stiamo attraversando l’università continua in modalità telematica le lezioni, ad eccezione delle matricole, ovvero gli iscritti al primo anno delle triennali e delle magistrali. In presenza laboratori ed attività esperienziali. A dicembre, la sessione straordinaria di esami potrebbe tenersi in presenza, così come anche le lauree, lasciando la possibilità agli studenti in particolari condizioni di richiedere comunque la modalità da remoto”.