I giovani di destra si fanno in tre. E vanno in tre direzioni diverse

CASSINO – “Gioventù Nazionale” presenta il direttivo senza Angela Abbatecola, Danilo Evangelista si smarca da Lega e FdI e lancia un suo movimento e i ragazzi del Carroccio mettono sott’accusa Pasquale Ciacciarelli. Che risponde con la noncuranza. Intanto il capogruppo Franco Evangelista provoca i vertici del partito: “Piuttosto che negli Hotel, andassero al Termocombustore”

Tutto nel giro di 72 ore. Prima i giovani di Fratelli d’Italia che hanno presentato il direttivo di “Gioventù Nazionale” alla presenza di Gabriele Picano ma ‘dimenticando’ Angela Abbatecola. Poi è tornato sulla scena Danilo Evangelista, già attivista di FdI e coordinatore della Lega Giovani. Ora si è smarcato da entrambi i partiti e ha dato vita a un nuovo movimento “Identità Cassinate”. Quindi, oggi, sono scesi in campo i giovani della Lega: che hanno “randellato” il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli.

In una nota diffusa poche ore fa hanno evidenziato: “Non consideriamo il consigliere regionale Ciacciarelli un uomo della Lega – scrivono i giovani leghisti cassinati – e siamo convinti che le sue azioni non mirino alla crescita del partito ma siano una mera transumanza di esponenti per cercare di occupare tutti gli spazi politici del movimento e distruggere ogni forma interna di dissenso. Purtroppo però Ciacciarelli, preso dalla sua mania di onnipotenza, avrà dimenticato, o fa finta di ignorare, il fatto che i consiglieri Evangelista e Bevilacqua, assieme a noi della Lega Giovani, nelle scorse comunali, abbiano preso oltre 1000 voti dimostrando il ruolo importante all’interno del partito e dell’intero Centrodestra. Non ci riconosceremo mai nella legittimazione superba e arrogante del consigliere Ciacciarelli che si è autoeletto a leader del Centrodestra, poiché sono i fatti a smentirlo: oltre alla propaganda personale, nulla ha fatto per Cassino, al contrario di Bevilacqua ed Evangelista che lavorano da anni per il bene e lo sviluppo della città”.

Una sciabolata che fa doppiamente male, perchè arriva dai ragazzi. Quindi abbiamo raggiunto telefonicamente il consigliere Ciacciarelli per concedergli una replica. E magari lanciare ponti laddove sono stati scavati fossati. Il consigliere regionale ha invece preferito la noncuranza ed è stato lapidario: “Non ho nulla da dire, largo ai giovani”.

E intanto, come se non bastassero le diverse prese di posizione dei giovani, sempre dalla Lega torna a farsi sentire il capogruppo consiliare Franco Evangelista, che argomenta: “Finalmente, dopo lo scarno comunicato di giorni fa dal quale come consigliere comunale del centrodestra regolarmente eletto nella città di Cassino ho preso le distanze, ho visto piacevolmente la foto con donne e uomini apparentemente sotto i simboli del centrodestra ed in particolare della Lega.

Ed allora, nella mia qualità di capogruppo consiliare della Lega Salvini premier a Cassino, nonché come difensore, come ho sempre fatto, della salute e del benessere dei miei cittadini e anche di quelli dei comuni limitrofi, chiedo a coloro che hanno partecipato a quella presunta riunione in nome del nostro partito, di fissare un appuntamento davanti al Termocombustore Acea per chiedere corrispondenze scientifiche di analisi dell’aria e del suolo. Perché non proponiamo un’attività politica da portare in discussione in consiglio comunale questa volta condividendo le mie interrogazioni e la mia battaglia contro questa amministrazione che si è dimostrata sterile, inutile ed incapace nella risoluzione dei problemi ambientali.

Perché non scriviamo ad Arpa Lazio per ottenere tutti i tabulati dei controlli finora effettuati. E mi rivolgo soprattutto a chi in regione ha il giusto riconoscimento e potere per poter richiedere all’Ospedale Regina Elena di Roma informazioni sullo studio effettuato, dove riferiscono che l’incidenza dei tumori nell’area del termocombustore”.