A destra nasce “Identità Cassinate”, mentre nella Lega si litiga ancora

POLITICA – L’ex coordinatore dei giovani salviniani dà vita a un nuovo movimento estraneo ai partiti. Intanto la vice coordinatrice provinciale del Carroccio Paola Carnevale invita all’unità e dice: “La Lega si serve e non ci si serve, ritroviamoci in armonia e unità sulle cose da fare per la nostra città”

Il gruppo di “Identità Cassinate”

Per alcuni anni ha ricoperto il ruolo di coordinatore dei giovani della Lega a Cassino. In precedenza aveva militato anche in Fratelli d’Italia. Stiamo parlando dell’attivista Danilo Evangelista, orgogliosamente e dichiaratamente di destra. Ma deluso dai partito. Per questo ha dato vita a un movimento che so colloca ovviamente nell’area sovranista di destra, ma estraneo alle logiche dei partiti.

Ieri sera, dalla sua pagina facebook ha annunciato: “Sotto la statua dello storico patriota Enrico Toti, nostro emblema, abbiamo dato vita a una nuova associazione politico culturale: “Identità Cassinate” . Siamo un gruppo aperto a giovani e meno giovani come al noto ambientalista Salvatore Avella. Siamo liberi, autonomi e distinti dai partiti e dai politici locali. Da oggi nasce un chiaro punto di riferimento territoriale per chi come noi vuole portare avanti le battaglie identitarie, sociali, culturali, ambientali, storiche e nazional popolari.

Restando invece ai partiti della destra, e in particolar modo alla Lega, dopo i litigi dei giorni scorsi tra consiglieri comunali e coordinatori è sceso in campo il vice coordinatore provinciale Paola Carnevale. In una nota diramata alla stampa ha spiegato: “L’unità del centro destra, l’individuazione del centro sinistra come unico avversario da sconfiggere, deve essere la priorità della Lega nel suo insieme ed in tutti i contesti”.

Quindi ha argomentato: “Non servono divisioni, veti incrociati, non serve rivangare cose passate che appartengono solo al passato! La Lega che è presente nelle Istituzioni, esprimendo a Cassino un consigliere regionale, due consiglieri comunali, oltre la vice coordinatrice provinciale è, di fatto, la guida “istituzionale e programmatica” del centro destra. La Lega si serve e non ci si serve, ritroviamoci in armonia e unità sulle cose da fare per la nostra città”.