Concorsi al rush finale, ecco chi saranno i collaboratori amministrativi assunti dal Comune: trionfano le donne

CASSINO – Ieri si è svolta la prova orale. Intanto Salera scova una norma inserita in un recente Dpcm per ampliare da subito le assunzioni e passare da 23 a 30 già a dicembre, attingendo alle graduatorie che si stanno ultimando in questi giorni. Nei prossimi giorni un vertice al Ministero: due le categorie che possono sperare

I concorsi del Comune di Cassino proseguono spediti verso il rush finale. Dopo le graduatorie definitive per quel che riguarda i concorsi dei geometri e dell’unico posto per istruttore di vigilanza, ieri si è svolta la prova orale anche per i collaboratori amministrativi categoria B3. Altre due prove sono adesso in calendario il 27 e il 30 novembre. Poi il 4 dicembre, Dpcm ed emergenza Covid permettendo, dovrebbe riprendere l’iter anche per quel che riguarda il concorso dei vigili. Finora si è svolta solo la prova preselettiva: il 4 dicembre è in programma lo scritto e il 18 l’orale ma se persisterà il divieto di svolgere i concorsi pubblici (riguarda le prove scritte ) il tutto slitterà probabilmente agli inizi del 2021.

Il Comune di Cassino, lo ricordiamo, lo scorso mese di luglio ha indetto 6 concorsi per fare in totale 23 assunzioni: 16 nuovi ingressi e 7 avanzamenti di carriera. Ma nella giunta che si è svolta martedì pomeriggio, è stato rivisto il piano di fabbisogno di personale. La richiesta al Ministero è quella di poter fare da subito, ovvero entro fine anno, 30 assunzioni e non 23. Senza fare ulteriori concorsi, ma attingendo dalle graduatorie in essere che si stanno ultimando in questi giorni. E sono state individuate anche le figure. Verrebbero assunti ulteriori 5 dipendenti di categoria C e altri 2 funzionari. Ma, al momento, si tratta solo di una richiesta: nei prossimi giorni ci sarà un vertice al Ministero. Ma si tratta di qualcosa in più, di uno spiraglio. Il sindaco Enzo Salera, che detiene anche la delega al bilancio, ha infatti scovato una norma all’interno di uno dei vari Dpcm che si sono susseguiti da marzo ad oggi, ovvero da quando è scoppiata l’emergenza sanitaria che, nella sostanza dei fatti, permetterebbe di ampliare il personale.

Si legge nella delibera di giunta: “Considerato che il comune di Cassino ha una popolazione di 36.406 abitanti e che rientra nella fascia demografica da 10.000 a 59.999 abitanti e che tali comuni possono incrementare la spesa di personale registrata nell’ultimo rendiconto e che il rapporto tra spesa ed entrate correnti è pari al 19,72% si propone di ricalcolare la capacità assunzionale sulla base del Dpcm del 17 marzo 2020 e quindi di autorizzare lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi in atto per i profili professionali corrispondenti alle ulteriori unità da assumere a tempo pieno e indeterminato”.

E intanto, a proposito di graduatorie, come detto ieri si è svolta l’ultima prova, quella orale, per quel che riguarda i due posti di collaboratore amministrativo categoria B3. Ecco chi sono gli idonei e chi saranno gli assunti. Trionfano le donne: