“Costanzo non dica bugie. E ora inizi a governare”

CORENO AUSONIO – La compagine dell’ex sindaco Domenico Corte smentisce le cifre fornite dalla maggioranza in merito al bilancio e all’eredità dei debiti che dice di aver trovato in Comune. Quindi invita il primo cittadino a guadare avanti e a concentrarsi sull’azione amministrativa: “La campagna elettorale è finita da tempo”

“La maggioranza metta un punto alla campagna elettorale e cominci a governare”. La lista ‘Paese Nuovo’ dell’ex sindaco di Coreno Ausonio Domenico Corte va all’attacco del primo cittadino e fa chiarezza in merito ai debito che la maggioranza ha detto di aver ereditato. 

“Con attacchi studiati a tavolino e mirati – spiega la lista ‘Paese Nuovo’ –  hanno elencato ingenti cifre di presunti debiti che non esistono, con l’unico intento di mettere in cattiva luce la precedente maggioranza e cercare di confondere i cittadini che iniziano a mostrare di non essere soddisfatti. Hanno presentato i conti… sbagliandoli tutti, dichiarando che si tratta “di criticità pesanti che incideranno su tutti i corenesi”, come a voler far credere: “ci dispiace se non riusciremo a soddisfare tutte le promesse elettorali, ma abbiamo ereditato questa situazione e quindi non possiamo mantenerle”.

I fatti, però, non stanno così, secondo quanto riferisce l’ex sindaco. Che snocciola le cifre: “Nell’ultimo Consuntivo approvato ad inizio ottobre risulta che:il Bilancio 2019 è stato chiuso con € 294.047,17 in attivo (€ 266.781,87 Fondi accantonati ed € 27.263,20 Fondi liberi); non ci sono debiti fuori bilancio; le somme da pagare sono disponibili tra i residui e sono impegnate per ogni anno di competenza. Insomma non è stato lasciato nessun debito ingente ai cittadini di Coreno, non c’è stata nessuna distrazione di fondi e gli amministratori non dovranno impegnare altre somme per pagare fatture arretrate, perché c’è copertura finanziaria con soldi impegnati negli anni precedenti”.

Quindi ‘Paese Nuovo’ annuncia: “Chiariremo punto per punto e lo faremo con documenti alla mano, per smascherare tutte le bugie della maggioranza e dare una corretta informazione, visto che  nell’elenco delle somme dei mancati e ritardati versamenti sono stati inseriti anche i pagamenti del 2019 e 2020 che avrebbe dovuto fare l’attuale Amministrazione”.

E infine c’è la questione del Durc: “La maggioranza ha dichiarato di aver regolarizzato il DURC ed invece l’INPS ha comunicato che in questo momento non potrebbe rilasciare un Durc positivo”. Intanto – conclude Corte –  ci aspettiamo che la maggioranza finisca la campagna elettorale e pensi ad operare!”