Verde, Pm10, rifiuti, isole pedonali e mobilità: la Ciociaria fa un passo avanti… ma è ancora indietro

LA GRADUATORIA – Stilata la classifica di Legambiente sull’ecosistema urbano: Frosinone sale al 72° posto e fa meglio di Roma e Latina. Sul podio Trento, Mantova e Pordenone

La graduatoria di Legambiente e Sole24Ore

Ancora nelle retrovie, ma un passo di avanti. La Ciociaria sale al 72° posto nella classifica di Legambiente in merito all’ecosistema urbano. Diversi i parametri presi in riferimento, tra cui: la raccolta differenziata, la mobilità, le piste ciclabili, la capacità di depurazione, l’ozono, l’inquinamento da Pm10, le isole pedonali e il verde urbano. Sul podio nazionale della classifica troviamo Trento, Mantova e Pordenone con un punteggio che sfiora quasi l’80%. La Ciociara si attesta invece a 47,1%. Ma nel Lazio non è la peggiore, anzi.

Roma è 89esima, nel fondo classica per le performance ambientali. Peggio fa solo Latina al 98° posto. Migliorano Rieti, al 38° posto e, appunto, Frosinone al 72°, mentre Viterbo si attesta in 71° posizione. Nella Capitale la raccolta differenziata arriva al 45,5%, e sale di appena 2,6 punti percentuali negli ultimi 4 anni, si contrae la diffusione del porta a porta e la produzione pro capite di rifiuti continua ad essere tra le più alte in Italia. Sul fronte del trasporto pubblico, Legambiente registra mezzi sempre più lenti e un servizio pubblico in profonda crisi, consegue un aumento delle vetture immatricolate (+17.000 negli ultimi 5 anni) e una qualità dell’aria scarsa con biossido di azoto (NO2) in eccesso, 43,5 microgrammi per metro cubo di aria; un parametro sul quale Roma è al quintultimo posto nazionale.

PER LA CLASSIFICA COMPLETA CLICCA QUI