[VIDEO] Iovine: “Non resto seduto alla poltrona solo per venire ad alzare la mano”

CASSINO – Il consigliere Paolo Iovine rassegna le dimissioni per dedicarsi al suo lavoro. La commozione del sindaco e dei colleghi. Un gesto senza precedenti. Che vale doppio in un periodo in cui si fanno carte false per avere incarichi politici. Sui social complimenti bipartisan. Subentra Gennaro Fiorentino. L’assise dà l’ok al regolamento Tari: giù le tariffe per i negozi

Paolo Iovine mentre annuncia le sue dimissioni

Il Consiglio comunale di Cassino ha dato l’ok al regolamento della Tari. La tassa sui rifiuti subirà una diminuzione per le attività non domestiche, ovvero bar, ristoranti, negozi e quant’altro. Il provvedimento è stato votato all’unanimità nell’assise di oggi pomeriggio, ma in Consiglio non sono mancate le polemiche. Alcuni consiglieri hanno infatti lamentato il fatto di non aver ricevuto la Pec della convocazione e hanno dunque chiesto di rinviare il Consiglio. Alla fine Mignanelli e Petrarcone hanno dialogato e si è giunti ad una sintesi: discutere solo i punti più importanti ed urgenti.

Tutti gli altri punti, a partire dalle interrogazioni del consigliere Franco Evangelista, sono stati rinviati alla prossima seduta fissata per il 5 novembre. Il Consiglio ha dato poi l’ok anche al progetto per dare nuova vita al plesso Panaccioni. Slittano ancora i regolamenti per i dehors e i cartelloni pubblicitari. Tra le polemiche ha abbandonato l’Aula anche il consigliere Evangelista.

L’ADDIO DI IOVINE

Ma il vero colpo di scena è arrivato nel finale, quando il consigliere Paolo Iovine ha annunciato di voler rimettere il suo mandato. E ha spiegato: “Sono convinto che occuparsi seriamente della cosa pubblica in questo periodo di antipolitica dilagante, sia una delle azioni più utili e più belle che una persona possa fare. Allo stesso modo, quando si amministra a livello locale bisogna saper concretizzare le proprie buone intenzioni. Nell’ultimo anno e mezzo insieme al gruppo di lavoro siamo riusciti a portare su Cassino circa 200.000 € in progetti concreti e visibili per la popolazione, alcuni dei quali avranno una ricaduta a lungo termine sul futuro della nostra città come il Palazzo della Cultura o il progetto Itinerario Giovani per la Rocca Janula.

Eppure una delle esperienze più belle di questa avventura l’ho vissuta durante un evento storico drammatico come il lockdown per il Covid 19, con “Cassino Risponde”: a dimostrazione del grande senso di comunità che anima soprattutto più giovani. Ad oggi però, penso di essere in una fase della vita in cui non avrò modo di dedicarmi tanto quanto ho fatto finora all’attività amministrativa e quindi ho deciso di dimettermi dalla carica di consigliere comunale: non mi sento di venire qui solo ad occupare lo scranno e alzare la mano”.

Voglio ringraziare tutti i miei compagni di viaggio – dal Sindaco Enzo Salera, alla giunta, al consiglio comunale tutto – che mi hanno sempre spronato col loro esempio a mettermi in gioco. Un ringraziamento particolare lo devo a Giuseppe Moretti di Articolo Uno, la cui esperienza mi ha guidato sempre in questo periodo e all’assessore Danilo Grossi, politico visionario, con cui ho maggiormente collaborato sin dal giorno del nostro insediamento e a cui auguro di guardare sempre molto lontano. Sono molto orgoglioso di aver fatto parte di questa squadra, e resto a disposizione dell’amministrazione e della mia Cassino da cittadino militante“.

Commozione in Aula. Qualcuno ha pianto. In un panorama politico dove si fanno carte false per avere una poltrona, c’è chi la lascia volentieri ad altri. Perchè c’è vita, oltre la politica. “Nonostante la tua giovane età, sei già un esempio”, chiosa il vice sindaco Carlino. Al posto di Paolo Iovine entrerà in assise Gennaro Fiorentino: anche lui non ama le poltrone. In questi 18 mesi ha lavorato nell’ombra al fianco di Enzo Salera senza avere nessun incarico.

GUARDA IL VIDEO DELLE DIMISSIONI DI IOVINE