Castrocielo aggiorna e rivede il piano regolatore generale

TERRITORIO – Dopo l’approvazione in giunta, pochi giorni fa è arrivato l’ok da parte della Regione Lazio: il Comune è stato ammesso a un finanziamento con un contributo di 40.000 euro per il nuovo strumento urbanistico

Filippo Materiale e Nicola Zingaretti

In data 25 luglio 2020 il Consiglio Comunale con la deliberazione n. 11 ha stabilito di procedere alla revisione ed all’ aggiornamento dello strumento urbanistico generale del Comune. Infatti, quello attualmente in vigore non è più rispondente alle esigenze del Paese. È stato adottato dal Consiglio Comunale il 9 dicembre 1996 ed è stato approvato dalla Regione Lazio con deliberazione della Giunta Regionale n. 805 del 25.10.2005. Come si vede, è uno strumento urbanistico che ormai conta i suoi quindici anni suonati.

Nel frattempo, le esigenze della popolazione e lo sviluppo del territorio non trovano più rispondenza nello strumento urbanistico vigente, ma impongono un suo adeguamento e un aggiornamento della pianificazione generale del paese.

Il Comune è stato già ammesso a finanziamento dalla Regione Lazio con un contributo di euro 40.000,00 per il nuovo strumento urbanistico generale. È proprio di questi giorni (del 13 ottobre corrente) la notizia dell’avvenuto inserimento di Castrocielo nella graduatoria dei comuni beneficiari di contributi per la realizzazione del Piano Regolatore Generale. In questo senso fu lungimirante l’Amministrazione quando partecipò al bando della Regione Lazio approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 794 del 2018 per la redazione del P.R.G..

I termini imposti nella concessione del finanziamento sono molto rigorosi e devono essere rispettati. Si tratta, allora, di individuare subito il/i tecnico/i progettista/i e di stabilire le linee guida cui ispirare la revisione e l’aggiornamento del Piano. L’Amministrazione Comunale intende coinvolgere la cittadinanza nelle scelte e nelle decisioni riguardanti la pianificazione generale del territorio. Ci sono oggi tutti i presupposti concreti per arrivare in tempi relativamente brevi ad avere uno strumento urbanistico in linea con le attuali esigenze di sviluppo del Paese.