Covid, il sindaco di Cassino annuncia 30 nuovi casi. Oltre 60 in provincia

CRONACA – In totale, dall’inizio della seconda ondata, sono 81 i residenti della città martire risultati positivi. Oggi record al drive in: oltre 300 in fila, 5 ore per un tampone

Salera e Pizzutelli Covid drive-trhough

Sono 30 i residenti di Cassino risultati positivi al tampone negli ultimi tre giorni: l’ultimo bollettino della Asl diramato sabato scorso annotava 51 residenti positivi. Quello di oggi schizza a quota 81: un incremento di 30 unità. “La buona notizia – ha detto il sindaco Enzo Salera – è che solo 1 paziente è ricoverato, e non è neanche in terapia intensiva; gli altri 80 stanno facendo le cure a casa in isolamento domiciliare”. Il primo cittadino ha invitato comunque a non abbassare la guardia.

Intanto oggi al drive-in si sono registrate file chilometriche: Cassino è stata la città della regione Lazio con maggiori disagi. Oltre 300 vetture in fila e ben 5 ore di attesa per fare il tampone.

Intanto sempre dalla Regione l’assessore D’Amato fornisce i numeri del bollettino: su oltre 15.000 tamponi, 543 casi positivi. “Confermo – ha detto D’Amato – che i prossimi giorni saranno particolarmente difficili e dobbiamo mantenere il rigore nei comportamenti. Siamo la Regione che sta facendo in rapporto agli abitanti più tamponi. Aumenteremo ancora questa capacità con l’obiettivo di raggiungere oltre 20 mila tamponi al giorno. La stima del valore RT di questa settimana rimane sostanzialmente invariata. E’ in corso una rimodulazione della rete ospedaliera per 450 posti COVID e ad oggi sono stati attivati oltre 500 posti di alberghi assistiti per i clinicamente guariti e per coloro che non hanno una corretta modalità per svolgere l’isolamento domiciliare’. Nella Asl di Latina sono quarantasette i nuovi casi e di questi ventidue sono con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Frosinone si registrano sessantatre nuovi casi e si tratta di cinquantasette casi con link familiare o contatto di un caso noto.