Troppi tamponi, Salera chiede alla Asl di potenziare il servizio

LA GIORNATA – Il sindaco di Cassino scrive al direttore generale Patrizia Magrini e propone delle soluzioni per evitare disagi ai cittadini e al traffico veicolare visto l’alto numero dei test da effettuare

Il sindaco di Cassino Enzo Salera si rivolge al direttore della Asl Patrizia Magrini

I casi di positività al Covid 19 aumentano sempre di più e, di conseguenza, per effettuare il tracciamento si moltiplicano il numero dei tamponi da effettuare. Questa mattina si è registrato più di qualche disagio alla circolazione in quanto sono stati convocati tutti gli alunni della primaria di Cassino in isolamento fino al 9 ottobre perchè due insegnanti sono risultate positive. Per questo motivo il sindaco di Cassino Enzo Salera ha preso carta e penna e ha scritto al direttore generale della Asl Patrizia Magrini e al direttore di dipartimento di prevenzione Asl, dottor Giancarlo Pizzutelli.

«Premesso che questa amministrazione ha concesso alla Asl gratuitamente la struttura di proprietà comunale in via Casilina Nord dove vengono effettuati i tamponi Covid – scrive il primo cittadino nella missiva – e considerato che a causa del notevole incremento dei cittadini sottoposti a tampone dai servizi territoriali si creano lunghe file di automobili in entrata ed uscita lungo la via Casilina con notevoli disagi sia per gli automobilisti che devono effettuare i tamponi ma anche il normale traffico in entrata ed uscita dalla città, si chiede il potenziamento del servizio con l’aumento del personale impiegato e l’incremento dei giorni in cui il servizio viene espletato».