Campionati nazionali, Cassino raccoglie il testimone. Il Cusi in prima linea

LA GIORNATA – Ieri a L’Aquila il passaggio della bandiera in vista dell’evento che si svolgerà a maggio. Cusi e Cus Cassino in prima linea. Il sindaco Salera: «Speriamo di bissare il successo del 2013 e avere una situazione sanitaria più tranquilla per quel periodo». Barbara Di Rollo: «Viene premiato il lavoro dell’amministrazione che, gomito a gomito col Magnifico Rettore Giovanni Betta, ha portato avanti questo prestigioso progetto che dà lustro all’Ateneo e alla Città intera». Flaminia Calce in rappresentanza del Cusi

Dopo l’inaugurazione del comitato organizzatore avvenuta in estate, ieri si è svolto un altro importante evento in vista dei Campionati Nazionali Universitari che si svolgeranno a Cassino tra il 20 e il 30 maggio del 2021: all’interno del Palazzo Fibbioni, sala Rivera de L’Aquila è avvenuto il passaggio del testimone. Cosa significa? Che l’ultima volta che si sono svolti i campionati nazionali universitari è stato a maggio del 2019 a L’Aquila: quest’anno la sede scelta era Torino ma tutto è stato annullato a causa dell’emergenza sanitaria. Dunque il passaggio della bandiera è avvenuto nella cittadina abruzzese alla presenza – tra gli altri – del rettore dell’Unicas Giovanni Betta, il sindaco di Cassino Enzo Salera e il presidente del Consiglio comunale di Cassino Barbara Di Rollo. Ad accogliere la delegazione cassinate è stato il presidente del Cus L’Aquila, dottor Francesco Bizzarri e il rettore dell’università de L’Aquila Edoardo Alesse.

CUSI IN PRIMA LINEA

Ad organizzare l’evento è come sempre il Centro Universitario Sportivo Italiano: lunedì il presidente del Cusi non è potuto essere presente: a fare le veci è stato il consigliere federale Flaminia Calce. In prima linea anche il Cus Cassino con il presidente Carmine Calce. Alla cerimonia di lunedì erano presenti, tra gli altri: Pierluigi biondi sindaco dell’Aquila; Enzo Salera sindaco di Cassino; Edoardo Alesse rettore Università L’Aquila; Giovanni Betta rettore Università di Cassino e del Lazio Meridionale; Flaminia Calce consigliere federale Cusi;
Francesco Bizzarri presidente Cus L’Aquila; Carmine Calce presidente Cus Cassino;
Cristina Cortis presidente comitato per lo sport; Guido Loris assessore regionale e Eugenio Caccia, rettore GSSI.

SINERGIA CITTA’-UNICAS

«Quest’anno i campionati si dovevano tenere a Torino, ma sono stati annullati a causa dell’emergenza covid-19, e si svolgeranno nella città laziale dal 20 al 30 maggio del prossimo anno. Speriamo che in quel momento la situazione dei contagi e soprattutto l’arrivo del vaccino possa farci vivere giorni più sereni e di replicare quindi il grande successo dei CNU che si sono tenuti appena qualche anno fa a Cassino e che grazie anche al lavoro incessante di Carmine Calce del CUS Cassino, hanno lasciato un ottimo ricordo in tutti gli atleti» dice il sindaco Enzo Salera.

Gli fa eco il presidente del Consiglio comunale Barbara Di Rollo: «Ho avuto il piacere di essere presente nella delegazione del Comune che ha raccolto il testimone da L’Aquila, sede dell’ultimo appuntamento. Sono estremamente orgogliosa perché viene premiato il lavoro dell’amministrazione che, gomito a gomito col Magnifico Rettore Giovanni Betta, ha portato avanti questo prestigioso progetto che dà lustro all’Ateneo e alla Città intera. L’organizzazione dei Campionati Nazionali Universitari rappresenta un’opportunità prestigiosa per tutto il territorio».