La figlia del generale Anders riconosce l’eccellenza del Santa Scolastica

IL FATTO – L’ambasciatrice della Polonia, operata e ricoverata nell’ospedale di Cassino dopo un infortunio che gli ha provocato la rottura del femore durante la visita a in Abbazia e al cimitero polacco, loda l’operato dei camici bianchi. In mattinata una lunga telefonata con il sindaco Salera, pronte le dimissioni

Anna Maria Anders e Enzo Salera

L’ambasciatrice di Polonia in Italia, Anna Maria Anders, figlia del generale Wladyslaw che riposa nel cimitero polacco di Montecassino, dall’ospedale Santa Scolastica, questa mattina, ha telefonato al sindaco di Cassino, Enzo Salera, per ringraziarlo dei fiori ricevuti dal Comune e per l’affettuoso interessamento da lui mostrato, sin dal primo momento, nella sua vicenda sanitaria.

 Una cordiale conversazione telefonica tra l’Ambasciatrice, dal letto dell’ospedale, e il Sindaco c’era già stata nel tardo pomeriggio di ieri. AnnaMaria Anders ha avuto parole di elogio e di gratitudine per l’eccellente trattamento ricevuto nel nosocomio di Cassino, e ha evidenziato l’alta professionalità degli operatori. In giornata l’ambasciatrice verrà dimessa dal Santa Scolastica e rientrerà a Roma dove seguirà la prescritta riabilitazione in un centro specializzato.Il Sindaco, anche a nome dell’intera Città, cui l’ambasciatrice è particolarmente legata, Le ha rinnovato gli auguri di un celere ritorno nella migliora forma fisica.