Il “coraggio” di Lettere: test in presenza e numeri record. Nel 2021 addio a via Zamosch, si va al Campus

Università – Il polo umanistico non cede alle prove online e ospita circa 70 aspiranti matricole in sede. Iscrizioni in linea con lo scorso anno nonostante l’emergenza sanitaria ed economica. I rappresentanti degli studenti si organizzano su whatsapp. Ancora pochi mesi e poi il trasferimento alla Folcara

Hanno preso il via agli inizi di settembre i test d’ingresso in tutti i dipartimenti dell’Università di Cassino. Le prove andranno avanti fino alla fine del mese. L’unico corso di laurea nel quale la prova pregiudica l’iscrizione, perchè c’è il numero chiuso, riguarda Scienze Motorie. Per tale corsi di laurea le prove si terranno in sede. I corsi degli altri dipartimenti hanno optato per test d’ingresso online anche perchè la prova serve solo a misurare le capacità dei futuri iscritti. A Lettere si è deciso però di svolgere il test in presenza.

Giovedì della scorsa settimana in circa 70 si sono presentati nella struttura di via Zamosch per lo svolgimento del test. Il tutto si è svolto nella massima sicurezza. Il distanziamento sociale è stato garantito utilizzando due aule e non una sola come gli anni scorsi e durante le ore del test è stata obbligatoria la mascherina. Ad aprire la giornata è stato il presidente del dipartimento Sebastiano Gentile unitamente alla coordinatrice del corso di laurea in Lettere, la professoressa Valentini. Con loro anche la neo dottoressa Elvira Zambardi già rappresentante degli studenti in quota “Primavera Studentesca” e fresca di laurea. Come gli altri anni avrebbe provveduto con i suoi colleghi rappresentanti ad allestire i banchetti per l’accoglienza matricole ma quest’anno purtroppo non è stato possibile. Ha quindi portato un saluto il giorno del test d’ingresso fornendo tutte le informazioni necessarie: per restare in contatto sono stati creati dei gruppi whatsapp.

I numeri dei partecipanti ai test lasciano ben sperare che alla fine le iscrizioni siano in linea con quelle degli altri anni nonostante l’emergenza sanitaria ed economica. Per Lettere sarà l’anno della svolta: entro la fine del 2020 saranno infatti ultimati i lavori alla struttura del Campus Folcara in modo tale che per il secondo semestre, ovvero agli inizi del 2021 si possa provvedere al trasferimento definitivo dando l’addio al polo di via Zamosch.