San Giorgio, ora è scontro frontale tra la Lega e il Pd

POLITICA – Il segretario del circolo cittadino dem risponde ai tre consiglieri che hanno criticato il rimpasto di giunta del sindaco Lavalle. L’affondo: «Il trio legista ha tentato dio consegnare il nostro paese alla gestione commissariale. Noi con responsabilità abbiamo risposto alla chiamata del sindaco in un momento molto difficile»

Francescantonio Della Rosa - Segretario Cittadino Pd San Giorgio a Liri
Francescantonio Della Rosa – Segretario Cittadino Pd San Giorgio a Liri

Adesso la Lega e il Pd di San Giorgio a Liri se le danno di santa ragione. Dopo la nomina del vice sindaco e del nuovo assessore (leggi qui: Simonelli subentra a Della Rosa) da parte del sindaco Lavalle, nella giornata di ieri, venerdì 11 settembre, questa mattina è arrivata, immediatamente, la replica dell’opposizione (leggi qui: Il piano diabolico di Lavalle sta prendendo forma). Passano poche e a stretto giro arriva la controreplica ai consiglieri leghisti. A rispondere non è il primo cittadino Francesco Lavalle bensì il segretario cittadino del Pd San Giorgio a Liri Francescantonio Della Rosa. Che argomenta: «Responsabilità istituzionale e politica di servizio. Chissà se dalle parti di D’Abrosca, Di Cicco e Lucciola questi termini, che contengono ed esprimono valori, siano percepiti o almeno conosciuti. Avrei evitato questa nota, ma la polemica pretestuosa messa in piedi dall’improvvisato Trio impone di intervenire con un contributo di verità non per illuminare, quanto per consolidare una storia recente già acquisita dalla comunità sangiorgese»

Quindi il segretario dem spiega: «Il sindaco ha rivolto un appello cui abbiamo risposto, offrendo il nostro supporto per il bene della nostra città in un momento sociale, economico, lavorativo, sanitario ed ambientale così complesso. Oggi, finalmente, i cittadini sangiorgesi sono governati da una maggioranza stabile e autenticamente rappresentativa della comunità. Una maggioranza cui va il nostro supporto umano, politico, istituzionale. Ricordo ai nostri concittadini che i tre dissidenti neo-leghisti per ben due volte hanno tentato di far cadere l’amministrazione Lavalle, pur nella consapevolezza che la loro irresponsabilità avrebbe aperto la strada all’arrivo di un commissario prefettizio». Quindi alla nuova squadra l’augurio di buon lavoro alla squadra che «coordinata dal sindaco, lavorerà con impegno al servizio della comunità di San Giorgio a Liri che, alle improvvisazioni del trio, preferisce i risultati. Quelli che arriveranno grazie a chi da oggi, con serietà e senso delle istituzioni, è chiamato ad amministrare il nostro paese».